martedì 30 settembre 2014

L'ICONOGRAFIA DELL'ARCANGELO SAN MICHELE AL "BARBELLA" DI CHIETI





COMUNICATO STAMPA


"Le donne dell'angelo" il 2 ottobre alle ore 18.00 presso il Museo Barbella di Chieti invitano la Cittadinanza all'inaugurazione della mostra:L'iconografia dell'Arcangelo San Michele. Nella ricorrenza della festa dell'Arcangelo Michele e degli Angeli Custodi( 29 settembre e 2 ottobre) le pittrici espongono le loro opere realizzate con tecniche disparate,ispirandosi all'icona dell'Arcangelo più potente della Chiesa Cattolica,"Custos Ecclesiae" e "Principe delle Milizie Celesti",seguendo la propria creatività e senso artistico.

Un ringraziamento  sentito va alla dott.ssa Emilia De Matteo e all'Assessorato alle Pari Opportunità e all'Assessorato alla Cultura del Comune di Chieti,che hanno creduto in questo percorso,che fonde spiritualità e arte tutta al femminile. Le donne dell'angelo hanno già esposto queste opere presso la Chiesa di San Giovanni Battista a Boville Ernica(FR)nel mese di agosto.Questa nuova iniziativa culturale, curata dalle prof.sse Liberata Mizzoni e Angela Rossi e dal critico d'arte prof.Massimo Pasqualone in collaborazione con la dott.ssa Mariapaola Lupo,storico d'arte,prevede la conferenza dal tema: Da Ercole a San Michele,passando per la Transumanza a cura della prof.ssa Angela Rossi,la partecipazione del Soprano Mariarita D'Orazio,che con l'accompagnamento del M. Fabio D'Orazio eseguirà le "Musiche degli angeli",tratte da Mozart,Hàndel,Verdi e Franck e la presenza dell'attrice Sara Iannetti,che interpreterà alcune preghiere rivolte all'Arcangelo Michele.
 Espongono le artiste: Barbara Arnone, Concetta Daidone, Dora Fabiano, Francesca Romena Genovesi, Gabriella Cellini, Giuseppina Narducci, Giulia Evangelisti, Liberata Mizzoni, Lucilla Luciani, Luisa Balzano, Paola Spaventa, Roberta Papponetti, Stefania Luciani.
 Verrà in tale occasione presentato un opuscolo che raccoglie le opere delle artiste, arricchito da una preghiera composta dall'Arcivescovo della Diocesi Chieti - Vasto, Bruno Forte. 

Prof.ssa Angela Rossi


domenica 28 settembre 2014

CHIETI - CIVITANOVESE 2-2.OCCASIONE SCIUPATA PER I NEROVERDI


 Un'altra bella domenica regalata ai tifosi del Chieti,il Chieti c'è si vede,non si spaventa e rialza subito la china dopo l'iniziale vantaggio degli ospiti,riuscendo a pareggiare e poi ribaltare a proprio vantaggio il risultato. Solo una disattenzione finale nega la gioia della vittoria ai neroverdi di mister Ronci. La Civitanovese acciuffa infatti il pareggio verso lo scadere e sorride. Il Chieti vede il bicchiere mezzo pieno, ma la prestazione e il gioco fanno ben sperare a patto che non si ripetano più certe ingenuità finali. 

 CRONACA DEL PRIMO TEMPO:

Primi minuti di gioco che non esprimono molto,non appena le squadre prendono un po di fiducia parte lo spettacolo. Al 13' azione della Civitanovese,palla avanti,la prende Amodeo che salta con un dribbling secco l'estremo difensore teatino Schina 1-0 per i marchigiani.Varie occasioni per il raddoppio della Civitanovese,ma nulla,il Chieti sembra essere svanito.
 Le speranze si riaccendono al 2' minuto di recupero (47') con punizione di Vittorio Esposito.Il fantasista mette un pallone al bacio sulla testa di Di Pietro 1-1!
Squadre negli spogliatoi sul pareggio,mentre i tifosi di entrambe le squadre non smettono mai di incitare i propri beniamini.

CRONACA DEL SECONDO TEMPO:

Pronti,via Chieti in vantaggio,zampata vincente di Vincenzo Corvino al 49' in una mischia in cui ha la meglio l'attaccante teatino. La Civitanovese quasi non ci crede e si butta in avanti alla ricerca del pareggio,con Schina (migliore in campo) sugli scudi con quattro parate vincenti.Il giovane portiere campano deve tuttavia capitolare al 92',quando la vittoria era praticamente cosa già fatta,beffato da un tiro all'incrocio dei pali effettuato da Amodeo (doppietta). Risultato sostanzialmente giusto tra due squadre sicure protagoniste del campionato che al termine della gara hanno ricevuto convinti applausi dei propri tifosi.

Note: il portiere della Civitanovese ha giocato l'intero incontro con una casacca priva del numero di riferimento.

Spettatori: 800 circa (un centinaio i marchigiani)
Prossima partita dei neroverdi sempre con una squadra marchigiana,stavolta a Fermo,contro un'altra nobile decaduta:Fermana. 

Articolo a cura del nostro reporter P.L.

PRE PARTITA CHIETI - CIVITANOVESE




Domenica 28 Settembre, è Chieti-Civitanovese. I neroverdi arrivano da una striscia positiva di risultati (0-0 a Termoli,3-0 al Celano,1-0 all'Amiternina).L'undici gestito da Ronci cerca una vittoria per agganciare la capolista Maceratese a 9 punti con il Chieti a 7.
COME ARRIVA LA CIVITANOVESE:
Amaramente.Una settimana fa la sconfitta nel derbyssimo con la Maceratese ha portato amarezza,obiettivo: riscatto. Cercheranno sicuramente i 3 punti.
COME ARRIVA IL CHIETI:
Di lusso.Si trova nella parte alta della classifica ma esprime anche un bel gioco,è un Chieti che convince.
E con Esposito la Lega Pro...Mai dire mai!!!
Per la Gara Chieti – Civitanovese, domenica 28 settembre 2014, ore 15, il tecnico Donato Ronci ha diramato una lista di 21 convocati:
PORTIERI: Ferrara, Placidi, Schina.
DIFENSORI: Cucinotta, Del Grosso, Giammarino, Giron, Mancino (juniores), Memmo, Sbardella.
CENTROCAMPISTI: Di Pietro, Lanaro (juniores), Navarro, Perfetti, Prinari, Vitale.
ATTACCANTI: Corvino, Esposito, Orlando, Vano, Zuccarini.
Indisponibili: Arcamone, Carlini, Di Lallo, Di Pentima, Maschio e Rapino (infortunati), Margagliotti (squalificato).
Articolo Scritto da Pablito Sanchez

sabato 27 settembre 2014

UNA ROTATORIA IN VIA MASCI ALL'INCROCIO TRA IL BINGO E L'ORTOFRUTTA



A Chieti uno degli incroci più pericolosi della città è sicuramente quello nella trafficatissima Via Maschi tra l'ingresso del bingo e l'ortofrutta da cui si accede anche al centro residenziale "Levante". Una strada dove tutti i giorni gli automobilisti corrono dei pericoli, sopratutto quando escono ed entrano dal popoloso rione cittadino del "Levante". Proprio per questo nei mesi scorsi abbiamo chiesto ed ottenuto, facendoci portavoce delle esigenze dei cittadini un miglioramento della viabilità davanti alla bancarella della frutta per permettere il libero accesso dei veicoli, evitando che le macchine parcheggiate davanti all'ortofrutta ostruiscano la carreggiata. 
Quanto chiesto ed ottenuto è stato sicuramente un grande passo in avanti e ringraziamo i gestori dell'attività commerciale che hanno contribuito in maniera determinante a regolamentare al meglio la viabilità, ma per risolvere definitivamente il problema, secondo molti cittadini, potrebbe essere una idea quella di creare un rondò proprio nei pressi del pericoloso e trafficato incrocio. 
Via Masci, tra l'altro, non è nuova a simili soluzioni, già nei pressi del Centro Commerciale "Centauro" c'è un rondò che permette di regolamentare l'accesso. Dunque, non sarebbe sicuramente una cattiva idea quella di mettere una rotatoria anche all'intersezione tra il bingo e l'ortofrutta, considerando che quelle sono anche le vie di accesso ad un supermercato discount (il Todis) e a un grande magazzino (Maxi Casa), oltre che naturalmente al Centro Residenziale "Levante".
Pertanto,prossimamente, dopo aver fatto un sondaggio fra la cittadinanza e sentito eventualmente l'Ufficio Traffico e Viabilità, e l'Ufficio Tecnico del Comune di Chieti decideremo se proporre, tramite il nostro blog, una petizione se mettere o meno la rotatoria.

venerdì 26 settembre 2014

"THEATE ANTICA": CONTEMPORANEA DI PITTURA AL "CENTAURO" FINO AL 5 OTTOBRE



L'Associazione degli Artisti "Theate Antica",affiliata all'E.N.D.A.S., promotrice dell'arte a Chieti e in tutto l'Abruzzo, soprattutto grazie all'opera del Direttore Artistico Mario Buongrazio, organizza per opera di Maurizio Manzitti e Andrea Barbacane dal 25 settembre fino al 5 ottobre 2014 una contemporanea di pittura "mini - personale" a cura del Critico d'arte, Prof. Massimo Pasqualone, presso il Centro Commerciale "Centauro" di Chieti. 
I pittori partecipanti,  sono:  Battista Alessandro, Buongrazio Mario, Di Giampaolo Roberto, Di Paolo Amilcare, Di Profio Mario, Iaccarino Concetta, Daidone Concetta, Lucchitti Pasquale, Papponetti Roberta, Petruccelli Vincenzo, Rapposelli Sara, Rutolo Carlo, Tessitore Massimo, Manzitti Luciano.
All'inaugurazione che si è tenuta Giovedì 25 Settembre 2014 dalle ore 18.30 fino a sera è stato presente anche il musicista di fama internazionale Mauro Pappagallo, Direttore Artistico della Confederazione Organistica di Pescara e Presidente - Manager della "Bernstein Symphony Orchestra" di Pineto (Te).

GALLERIA FOTOGRAFICA DELL'INAUGURAZIONE DELL'EVENTO GIOVEDI' 25 SETTEMBRE ALLE ORE 18.30

 Gli organizzatori dell'evento, Maurizio Manzitti e Andrea Barbacane con il Maestro Mauro Pappagallo.
 A lato il pubblico che ascolta il Prof. Massimo Pasqualone
Il "Barone" Mario D'Alessandro e l'Avv.Gino Orsini osservano i quadri.
Nella foto sotto il Prof. Massimo Pasqualone.





I LIBERAL PD SI PRESENTANO A FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Paolini e Catania dei "Liberal Pd" insieme al Sindaco di Francavilla Luciani

(ASI) - Abruzzo - Venerdì 26 Settembre alle ore 11.00, presso il Palazzo della Sirena di Francavilla al Mare (Ch) c'è stata l'inaugurazione del Circolo "Liberal Pd" della città, alla presenza di Fabrizio Paolini (Segretario cittadino Liberal Pd), David Boggi (Segretario Generale Liberal Pd), Maurizio Catania (Segretario Provinciale Liberal Pd); all'evento sono stati invitati anche Camillo D'Alessandro (Sottosegretario alla Presidenza della Regione Abruzzo), Silvio Paolucci (Segretario Regionale del Pd e Assessore Regionale) e Edoardo Viani (Segretario Pd Francavilla al Mare). Un momento per stare insieme e lanciare proposte sul futuro del territorio. Una occasione di dialogo e collaborazione attiva e diretta con la cittadinanza francavillese. I temi trattati sono stati oltre ovviamente quelli meramente politici: il rilancio economico soprattutto attraverso il turismo e il commercio e la creazione di una area metropolitana. A tal proposito, noi abbiamo intervistato Fabrizio Paolini e Maurizio Catania per conoscere meglio da vicino il "Liberal Pd".



IL MANIFESTO DELL'EVENTO






giovedì 25 settembre 2014

Anche il Pelide Achille al Tempio di Ares



Il Pelide Achille fondatore della citta' di Chieti ha in città una armeria degna delle sue gesta e della sua invincibile forza: il Tempio di Ares. 
Un'attivita' commerciale sita a Chieti Scalo in Viale Abruzzo n.205 gestita dai fratelli Massimiliano e Francesca De Luca. Il primo e' un esperto del settore con notevole esperienza e competenza con la qualifica di ufficiale dell'aeronautica militare in forza alle forze di completamento. La seconda una  vera e propria amazzone che unisce alle competenze nel settore degli armamenti il fascino di una bella donna. L'armeria Ares fa al caso di tutti coloro che usano per lavoro,sport , sicurezza personale o semplicemente per hobby le armi di ogni genere: membri delle forze di polizia, guardie giurate,tiratori scelti,cacciatori e altri.
 Esperienza, passione, serietà e competenza, questi sono i concetti alla base del servizio che la società "IL TEMPIO DI ARES" offre ai suoi clienti. I servizi sono molteplici e vanno dalla vendita alla riparazione, dal restauro di pezzi storici alla produzione di parti di ricambio personalizzate, il laboratorio dell'armeria è in grado di fornire qualsiasi soluzione in ogni settore, quali ad esempio armi corte e lunghe (nuove e usate), ex ordinanza, ricarica (cartucce sia per anima liscia che rigata), casseforti, buffetteria, abbigliamento, coltelleria in genere, ottiche da puntamento e binocoli, il tutto avvalendosi dell'affidabilità di marchi ricercati, prestigiosi e selezionati per offrire la massima qualità al miglior prezzo. Un'attività che vale sicuramente la pena di visitare presente anche sul web all'indirizzo  www.aresarmi.it dove è possibile anche registrarsi per rimanere sempre aggiornati.

Galleria fotografica


Contatti
www.aresarmi.it 
Tel/Fax:0871540404
Cell.:3283366067
info@aresarmi.it
http://www.facebook.com/armeria.ares





                                                    

MEMORIE DI NICOLA CUCULLO DA PENNAPIEDIMONTE



Il nostro amato ex Sindaco di Chieti, Nicola Cucullo, per gli amici Don Nicola, è da anni ospite del residence "Il Parco" di Pennapiedimonte e siamo stati  a trovarlo in occasione del suo compleanno per portargli una bottiglia di vino - spumante.
E' stato in sua compagnia il nostro baby reporter Luigino che ha fatto una foto ricordo con Nicola Cucullo e il suo amico Oberdan.
Don Nicola gli ha concesso la copia di un suo manoscritto, delle sue memorie, scritte nei giorni di tranquillità presso il residence per anziani di Pennapiedimonte in Provincia di Chieti alle pendici della Majella.
In questo scritto, battuto al computer e stampato che pubblicheremo per intero, Nicola Cucullo parla della sua vita presso la struttura di Pennapiedimonte in compagnia del suo fidato amico Oberdan, un anziano signore di 91 anni che ha girato il mondo per lavoro, originario di Giuliano Teatino.

LE MEMORIE DI NICOLA CUCULLO DAL RESIDENCE "IL PARCO" DI PENNAPIEDIMONTE
















DELEGAZIONE SCALINA: INIZIATO IL TRASLOCO IN PIAZZA CARAFA


Iniziato il trasloco nella delegazione scalina di Piazza Carafa


Sono mesi, anzi anni, che fra polemiche, denunce, esposti, intoppi e ritardi, l'attuale amministrazione comunale teatina annuncia la riapertura della delegazione comunale scalina di Piazza Carafa per il cui restauro ci sono voluti oltre dieci anni. Promesse che sono state ogni volta disattese. 
Anche noi abbiamo trattato diverse volte l'argomento, sia nel 2013, entrando nel cantiere, ospiti della ditta che ha eseguito i lavori, sia  con altri servizi, in cui ci chiedevamo i reali motivi dei ritardi per la riapertura, in ultimo con l'intervista - video fatta a Manlio Madrigale che ci ha raccontato la storia della delegazione, lui che dal 1985 al 1989 è stato il delegato comunale per Chieti Scalo ai tempi della Democrazia Cristiana.
Ma, pare che finalmente la montagna ha partorito il topolino. Infatti, questa mattina, un cittadino è andato all'ufficio anagrafe di Chieti Scalo per un certificato, sportello sito provvisoriamente nel mercato coperto di Via Ortona, e si è sentito rispondere che era impossibile fare il documento richiesto perché gli uffici erano in trasferimento alla sede di Piazza Carafa che, secondo quanto gli hanno riferito, dovrebbe riaprire già lunedì prossimo.
Ma, come mai, nessun comunicato ufficiale che annuncia il trasloco? Come mai tutto questo tempo per riaprire la sede scalina del Comune di Chieti, nonostante le promesse e gli annunci? Che intoppo c'è stato  da oltre un anno a questa parte che ne ha impedito la riapertura? Sarà la volta buona  o anche questa volta le attese dei cittadini di Chieti Scalo verranno disattese ? 
Intanto, oggi un cittadino a Chieti Scalo non ha potuto fare un certificato e se n'è andato con le pive nel sacco. Comunque sia,anche se siamo felici di questa buona notizia, di certo,l'eventuale riapertura della delegazione scalina dopo tutto questo tempo, è sicuramente politicamente una vittoria di Pirro per il Comune di Chieti, considerati soprattutto i ritardi e  gli annunci di riapertura disattesi. 

martedì 23 settembre 2014

LA PALESTRA DELLE "CESARII" SOLO PER IL PATTINAGGIO?


Nella foto sopra: la nuova pavimentazione della palestra della scuola Cesarii


Il 10 aprile 2014 sono iniziati i lavori per il ripristino della funzionalità e della sicurezza della palestra e delle relative pertinenze della Scuola Elementare Cesarii di Chieti. Progetto per un importo complessivo di 220 mila euro. La palestra era rimasta seriamente danneggiata da un incendio appiccato da vandali alcuni anni fa e resa inutilizzabile non solo per gli alunni della scuola, ma anche per le numerose associazioni sportive che ci si allenavano. Ma, finalmente, in questi giorni, abbiamo appreso con soddisfazione che i suddetti lavori volgono al termine. Ancora pochi collaudi e la struttura sarà riconsegnata. La palestra è stata finanche dotata di una pavimentazione adatta alla pratica del pattinaggio a rotelle, la cui responsabile della società teatina, secondo informazioni raccolte pare che sia la moglie del progettista e direttore dei lavori, e anche la figlia dell'Assessore ai Lavori Pubblici, pare che sia una grande appassionata di questo sport.
Ma, pare che non tutti siano contenti di questa notizia, poiché secondo informazioni raccolte, pare che ci sia la possibilità che le associazioni sportive che prima utilizzavano la struttura non potranno più farlo, fatta eccezione ovviamente per la società di pattinaggio teatina, visto che la nuova pavimentazione installata avrebbe caratteristiche tali da essere adatta esclusivamente alla pratica del pattinaggio a rotelle. Notizia che è sicuramente positiva per questo sport che a Chieti ha sempre raggiunto ottimi risultati e che potrà avere una ottima struttura dove allenarsi, ma, se confermata, sarebbe sicuramente una beffa per le altre associazioni sportive che magari sono in cerca di una palestra idonea e che ancora una volta vedrebbero disattese le loro aspettative.
Dunque, è doveroso raccogliere tali dubbi e perplessità e porre le seguenti domande all'Assessore ai Lavori Pubblici, affinché si faccia chiarezza su questa vicenda:
Ci conferma che dunque da oggi in poi la palestra sarà ad uso esclusivo del pattinaggio a rotelle e non potrà essere sfruttata da tutte le altre associazioni cittadine che ne usufruivano in passato per altri sport? E' vero che la titolare della scuola di pattinaggio a rotelle teatina è la moglie del progettista e direttore dei lavori dell'opera? Era prevista nell'appalto tale pavimentazione? E' vero che anche sua figlia, caro Assessore, è una appassionata di tale sport?


Il cartellone di cantiere della Palestra Cesarii

LA MOTO "PAZZA" SFONDA UNA SARACINESCA IN CORSO MARRUCINO

Tanti anni fa c'era un film della Walt Disney con un maggiolino pazzo, una simpatica automobile che camminava da sola e in grado di provare sentimenti come gli umani. Oggi a Chieti, potremmo girare il film la "moto pazza" che si ribella al padrone e si rifiuta di seguire i suoi comandi. Infatti,  questa mattina intorno alle 9, davanti agli occhi esterrefatti dei Consiglieri Comunali che stavano salendo in assemblea e di diversi passanti, un centauro ha perso il controllo della sua moto che si è andata a schiantare contro la saracinesca di un locale sito sotto i portici del Palazzo dell'ex Upim, già sede di una nota boutique di abbigliamento di Chieti. Fortunatamente solo danni materiali, nessun vero danno alle persone, però tanto spavento. Sicuramente l'accaduto sarà uno degli argomenti principe del pettegolezzo odierno sotto i portici di Corso Marrucino. Pubblichiamo a tal proposito la foto di Fabio Di Pasquale, amministratore del gruppo "Chieti su Facebook".


lunedì 22 settembre 2014

INTERVISTA A DI SALVATORE SULL'O.D.G. PER RIUNIFICARE LO SCIENTIFICO "MASCI"


Grande polemiche suscitate nell'opinione pubblica teatina per la decisione della Provincia di Chieti, in particolare dell'Assessore provinciale all'Istruzione Carla Di Biase, di trasferire alcune classi del Liceo Scientifico "Masci" di Chieti dalla sede centrale a Chieti Scalo in una parte dell'immobile che ospita attualmente gli studenti del "De Sterlich", Recentemente abbiamo anche intervistato l'Assessore Di Biase per capire le ragioni che hanno portato l'amministrazione provinciale a prendere questa decisione, e abbiamo girato un video durante l'assemblea sull'argomento, tenutasi nell'aula consigliare della sede provinciale di Corso Marrucino, a cui hanno preso parte l'Assessore al ramo, una esponente della direzione scolastica del "Masci", alcuni rappresentanti dei professori, una rappresentanza di genitori preoccupati e gli studenti del liceo teatino. 
 Sembrava che alla fine tutti avessero accettato la decisione di spostare alcune classi dello scientifico, per cause di forza maggiore, nella sede scalina, e nei giorni scorsi è uscita anche la notizia dell'adattamento delle corse delle società che gestiscono i trasporti pubblici urbani ed extraurbani alle nuove esigenze di coloro che dovranno trasferirsi dal centro storico di Chieti alla Colonnetta. Ma, in realtà, le polemiche non si sono mai placate e il "fuoco covava sempre sotto la cera"; infatti, in questi giorni, sollecitato da alcuni rappresentanti dei genitori e da alcuni studenti, sul "piede di guerra" e pronti a battagliare per far riavere una sede unica al "Masci", l'Arch. Renato di Salvatore, Consigliere Comunale del Pd teatino, oppositore dell'amministrazione Di Primio di centrodestra, ha presentato un O.D.G.per impegnare "il Sindaco e la Giunta a fare quanto in loro potere, entro sei (6) mesi, per far si che,per l'anno scolastico 2015-2016, il Liceo Scientifico possa essere riunificato utilizzando una struttura idonea".
Così, considerato che l'ODG si discuterà domani (martedì 23 settembre 2014, per chi legge) questa mattina siamo andati ad intervistare proprio il Consigliere Di Salvatore per chiedergli delle delucidazioni sulla sua iniziativa.


Per maggiore intelligenza del lettore, ecco qui di seguito riportato anche il testo integrale dell'Ordine del Giorno del Consigliere Renato Di Salvatore:


Chieti, settembre 2014

Al Presidente del Consiglio Comunale di Chieti
SEDE


ORDINE DEL GIORNO


Oggetto: Liceo Scientifico “F. Masci” – trasferimento


Premesso che:

  • l’Amministrazione Provinciale di Chieti non può più sostenere le spese di affitto della struttura del Seminario Regionale utilizzata dal Liceo Scientifico “F. Masci”;

  • di conseguenza, con l’inizio delle attività didattiche per l’anno scolastico 2014-2015 otto classi del Liceo Scientifico SONO STATE dislocate presso l’Istituto Tecnico “De Sterlich” di Chieti Scalo;

  • ad oggi, non è chiaro se le classi potranno usufruire o meno della palestra due volte a settimana come previsto dal programma ministeriale, se avranno una biblioteca, laboratori tali da consentire lo svolgimento delle attività;

  • gli studenti dei paesi limitrofi incontrebbero serie difficoltà a raggiungere la sede di Chieti Scalo in quanto gli autobus arrivano al terminal di via Gran Sasso e sarebbero costretti a prendere un ulteriore autobus con sicure ripercussioni sui tempi di arrivo a scuola e di rientro nelle proprie abitazioni;

Considerato che:

  • per il trasferimento delle classi al De Sterlich l’amministrazione provinciale dovrà adeguare la struttura con un impegno di spesa di 20mila euro;

  • da indagini svolte in passato, tanti sono i contenitori vuoti presenti nella città di Chieti;

  • la nostra citta’, capoluogo di Provincia, meriterebbe un Liceo Scientifico dignitoso in una struttura unica, sicura e tecnologicamente avanzata e non essere smembrato senza alcuna prospettiva di unicita’ futura.

  • la dislocazione in due sedi cosi’ distanti comporterebbe per gli stessi studenti il venir meno del sentimento di appartenenza alla comunita’ scolastica rappresentata dal “Masci” e non e’ possibile costringere i ragazzi e i professori a condividere scelte imposte senza alcun loro coinvolgimento.

Impegna


il Sindaco e la Giunta a fare quanto in loro potere, entro sei (6) mesi, per far si che, per l’anno scolastico 2015-2016, il Liceo Scientifico possa essere riunificato utilizzando una struttura idonea.

domenica 21 settembre 2014

IL CHIETI STENDE L'AMITERNINA CON UN GRAN BEL GOL DI ESPOSITO




Un'altra domenica sportiva con i nostri due collaboratori Luigi e Federico, che hanno curato la cronaca sportiva della partita del Chieti Calcio contro l'Amiternina a Scoppito in Provincia di L'Aquila, valida per il Girone F del Campionato di Serie D, 2014-2015.La partita si è conclusa per la cronaca con la vittoria dei neroverdi del Chieti per 1-0.

PRIMO TEMPO
Nei primi minuti subito due cambi nelle fila dell'Amiternina. Squadre che se la giocano a viso aperto, ma nei primi frangenti della partita nessuna emozione particolare se non qualche cross degno di nota e calci d'angoli, anche un buon tiro del n.8 Di Pietro deviato dal portiere in angolo. Al 12' il n.11 del Chieti Orlando prende palla, scarta tutti con una serie di dribbling, ma la sua conclusione è bloccata dal portiere avversario. Al 33' calcio d'angolo per il Chieti, colpo di testa di Orlando che sfiora il palo ed esce. Al 35', punizione assegnata al Chieti dal limite dell'area, si incarica della battuta Esposito:tiro, pallone che vola sopra la barriera, sotto l'incrocio dei pali ed è goal! 1-0  per il Chieti! Per i neroverdi ha realizzato Vittorio Esposito. Subito dopo un cambio per il Chieti, esce il n.5 Rapino ed entra il n.15 Maschio. Si va all'intervallo col Chieti meritatamente in vantaggio.


SECONDO TEMPO
 L'Amiternina approfitta dell'intervallo per effettuare l'ultimo cambi e anche il Chieti effettua il secondo: entra il n.17 Perfetti al posto di Maschio (n.15) al 13'st per un infortunio di lieve entità. Inizia da quel momento la gara con gli arbitri protagonisti: si mettono in mostra affibbiando cartellini gialli ai giocatori di entrambe le squadre per dei semplici contrasti o per protesta. L'Amiternina a metà del secondo tempo si scuote e va all'attacco come un toro a testa bassa per cercare vanamente il pareggio, ma il Chieti è abile a bloccare le trame offensive dei padroni di casa, mettendosi sulla difensiva, ripartendo. Al 22' st, azione pericolosa dell'Amiternina, scambio uno - due, ma gli avanti aquilani non concretizzano davanti al portiere teatino che li ipnotizza e calciano il pallone fuori. Grosso sbaglio ed occasione persa per l'Amiternina.La risposta del Chieti è sui piedi di Vano, ma la palla finisce alle stelle. Ultimo cambio per il Chieti, esce Orlando ed entra Corvino al 25'st. Al 35' scambio veloce tra Esposito e Corvino, la conclusione davanti al portiere è di quest'ultimo, poi Esposito prova un'altra conclusione,ma salva tutto il portiere amiternino.L'arbitro espelle il panchinaro n.13 Margagliotti probabilmente per qualche parola di troppo. Al 40'st Vano viene atterrato in area di rigore avversaria, proteste dei Teatini, ma l'arbitro non se la sente di fischiare. Molto contestata la direzione della terna arbitrale. La partita si conclude con la vittoria di misura del  Chieti tra le ovazioni dei trecento tifosi teatini al seguito. Il Chieti sale a 7 punti in classifica frutto di un pareggio e due vittorie consecutive degli uomini di Ronci.



TABELLINI

Amiternina Chieti: 0-1 Una magia di Esposito regala i tre punti

AMITERNINA: Di Fabio, Lenart, Mariani, Valente, Di Ciccio, Carrato, Di Paolo, Petrone, D’Alessandris, Torbidone, Gizzi. All.: Angelone
CHIETI: Schina, Sbardella, Giron, Vitale, Rapino (37′ pt Maschio, 13′ st Perfetti), Giammarino, Prinari (25′ st Corvino), Di Pietro, Vano, Esposito, Orlando. A disp. Placidi, Margagliotti, Di Lallo, Navarro, Carlini, Arcamone. All.: Ronci
ARBITRO: Simone Degli Espositi di Bologna
RETE: 35′ pt Esposito

Potrebbe interessarti:http://www.chietitoday.it/sport/amiternina-chieti-0-1-cronaca-21-09-2014.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/ChietiToday/252983314738998


"Il Potere della Terra:l'agricoltura sociale per la disabilità psichica e il disagio sociale"‏

Manlio Madrigale - Massimo Di Giannantonio - Carlo Di Giambattista

(ASI) - Torino - Nell'ambito del percorso di sussidiarietà orizzontale (art.118 u.c. cost.) 1980 - 2014, dopo il primo incontro tenutosi a Chieti il 15 Marzo 2014 sul tema "La guarigione possibile su persone con disabilità psichiche", si è tenuto a Torino, Sabato 13 settembre 2014, nella Sala Conferenze del Collegio "Artigianelli" di Corso Palestro 14 l'incontro sul tema "Il Potere della Terra: l'agricoltura sociale per la disabilità psichica e il disagio sociale". Il convegno,organizzato dal Comitato sulla Sussidiarita' Orizzontale presieduto dal Dott. Manlio Madrigale con la collaborazione dell'Ass. famiglie abruzzesi in Piemonte e Valle d'Aosta presieduta dal Dott.Carlo Di Giambattista,dalla Diapsi presieduta da Graziella Gozzellino e dall'Aics Abruzzo -settore disabilità, si è articolato in quattro parti:la prima dedicata ai saluti delle autorità, la seconda all'inquadramento interdisciplinare della materia a cura degli esperti, la terza riservata alle buone pratiche e la quarta a una tavola rotonda multi professionale per disegnare le prospettive future alla quale hanno partecipato tutti gli attori coinvolti e interessati,preservando uno spazio aperto per un dibattito costruttivo fra tutti i partecipanti,tra cui operatori sociali,agricoltori,educatori,famiglie di persone con disabilità psichica,studiosi,progettisti,medici,riabilitatori,dirigenti delle Pubbliche Amministrazioni.
Al convegno sono intervenuti: il Dott. Manlio Madrigale (Organizzazione-Comitato Sussidiarietà Orizzontale Italia Centrale) - Enrico Capirone (Vice Sindaco di Ivrea -Torino),Marino Guglielminotti Gaiet (Pres.ANPI-Valle d'Aosta),Massimo Fiorio (Comm.ne Agricoltura Camera dei Deputati), Graziella Gozzellino Pres. Naz.Diapsi), Massimo Di Giannantonio (Prof. Ord. Univ. Chieti), Vittorio Sconci (Dir.Dip.di Salute Mentale ASL-L'Aquila), Michele Colavita (Dirigente Pol.Soc. Reg.Molise), Stefania Fumagalli (Coldiretti Torino), Gianfranco Trevisan (Sistema Ollignan-Quart-Aosta), Renè Benzo(Centro Agr.Fond.Ollignan-Institut Agricole Règional VdA), Sara Cassin (Pres.Naz.Fenascop Torino), Cesare Ivaldi (Coord.Fattorie Sociali Piemonte), Roberto Prosperi (Avvocato e Resp. Ipab Chieti-L'Aquila), Paolo Leggero (Coop.Interactive Torino), Antonio Natarelli (Pres.Comm.ne Pol.Soc.Comune di Pescara), Carlo Di Giambattista (Pres. Famiglia Abruzzese e Molisana in Piemonte e Valle d'Aosta), Raffaella Vitale (Dir. Delle Pol.Soc. e della fam. Reg.Piemonte), Marco Berardo Di Stefano (Pres. Naz.Reti delle Fattorie Sociali), Corrado Adamo (Dir.te Ass.Agr.VdA). Inoltre,durante il convegno c'è stato il ricordo dello scomparso Giulio Dolchi, già Presidente dei partigiani della VdA, Presidente del Cons.Reg. della stessa Regione e Presidente mondiale della Federazione delle città unite, che nel corso degli anni ha avuto un importante ruolo nel processo di realizzazione della sussidiarietà orizzontale.Tra l'altro è stato molto interessante il contenuto dell'intervento dell'Assessore Regionale piemontese alle Politiche Sociali Augusto Ferrari.
Alla fine dell'incontro è stato sottoscritto tra i presenti l'impegno di redigere una carta di intenti tra enti pubblici e privati per la promozione integrata di una rete di iniziative e servizi a favore delle persone con disabilità psichica e/o disagio sociale; promozione della loro guarigione attraverso il lavoro a contatto con la natura e la produzione dei beni essenziali per la vita dell'uomo e la salvaguardia dell'ecosistema.

venerdì 19 settembre 2014

OGGI SIMPOSIO A ROCCASCALEGNA A CURA DI MASSIMO PASQUALONE



Si terrà  sabato 20 settembre a partire dalle 10 la prima edizione del Simposio di pittura Estemporanea di Roccascalegna, curato da Massimo Pasqualone.
Per questa edizione il curatore ha invitato i seguenti artisti:

Lucio Monaco
Roberto Di Giampaolo
Pasquale Lucchitti
Mario Buongrazio
Francesco Ciccolone
Emilio Stella
Roberta Papponetti
Concetta Daidone
Violetta Mastrodonato
Marcello Specchio

Si tratta dell'ennesimo evento curato dal Prof. Massimo Pasqualone divenuto un concreto punto di riferimento per l'arte e la cultura in Abruzzo.

ACQUA "SPORCA" DAI RUBINETTI DI MADONNA DEGLI ANGELI




In questi giorni, sono stati pubblicizzati dei lavori all'impianto elettrico del serbatoio comunale dell'acqua potabile della Civitella che fornisce l'acqua alla città di Chieti con interruzione della fornitura idrica nella mattinata di Giovedì 18 Settembre nelle suddette zone: Via Ravizza, Porta Napoli, Via Arcivescovado, Via Vezio Marcello, Piazza Vittorio Emanuele, Via Vito Colonna, Via Herio, Via Baroncini, Via Madonna degli Angeli e traverse. Ma, come segnalatoci alcune case si sono trovate una bella sorpresina nei rubinetti dell'acqua. Infatti, come ci ha riferito una ragazza tramite WhatsApp, residente in zona Madonna degli Angeli, ha aperto il rubinetto dell'acqua potabile e non credeva ai suoi occhi: l'acqua ieri era di colore "verdognolo", mentre questa mattina  era di color bianco sporco, piena probabilmente di qualche sostanza. Probabilmente questo problema si è verificato anche in altre case dei Teatini.
Pertanto, su richiesta dei cittadini segnalatori, si chiede ai rappresentanti dell'amministrazione comunale di fornire delle delucidazioni sul motivo di questo fenomeno se ne sono a conoscenza, altrimenti di informarsi con la società che gestisce il servizio di erogazione dell'acqua nelle case dei Teatini per chiedere delle spiegazioni, o tramite chi ha eseguito i lavori al serbatoio comunale della Civitella, poiché la salute delle persone viene prima di tutto.


giovedì 18 settembre 2014

RADDRIZZATA LA "CASETTA" AL PARCO GIOCHI VICINO IL CAMPETTO DELLA VILLA

Alcuni giorni fa abbiamo segnalato alle autorità comunali e all'opinione pubblica la presenza di una "casetta" per far giocare i bambini che è stata rovesciata dai vandali al parco giochi vicino il campetto della Villa Comunale di Chieti.
Oggi abbiamo fatto un sopralluogo e abbiamo con piacere notato che il manufatto in questione è stato finalmente raddrizzato,probabilmente da parte degli operai comunali, anche se purtroppo la "casetta" è rimasta leggermente danneggiata dall'atto vandalico subito.
Ringraziamo il Comune di Chieti e chiediamo che, nel limite del possibile, le richieste dei cittadini vengano sempre ascoltate.



martedì 16 settembre 2014

LIBERARE I TOMBINI IN VIA RICCITELLI AL "LEVANTE"

Come ci hanno segnalato alcuni cittadini residenti, in Via Riccitelli nel Centro Residenziale 
"Levante", vicino gli impianti sportivi per intenderci, i detriti accumulati hanno causato l'ostruzione  di alcuni tombini e questo crea dei disagi soprattutto quando piove forte.
Infatti, come ci hanno segnalato,durante i temporali i detriti che ostruiscono non permettono ai tombini di svolgere nel migliore modo possibile la loro funzione, perciò, i tratti di strada dove c'è questo problema si allagano con problemi alla viabilità.
Pertanto, i cittadini segnalatori chiedono a chi di dovere di intervenire per far ripulire i tombini,liberandoli dai detriti, affinché la strada non si allaghi più, problema molto sentito soprattutto con l'avvicinarsi della cattiva stagione.
In base al sopralluogo fatto, abbiamo individuato quattro tombini ostruiti in Via Riccitelli, ma può essere benissimo che ce ne siano degli altri. I quattro tombini sono stati fotografati e le immagini sono di seguito pubblicate per permettere una loro facile individuazione e pulizia.









domenica 14 settembre 2014

CHIETI CALCIO "BATTI 3" E VAI ! ! !

 Servizio a cura del nostro reporter Luigino


PRIMO TEMPO

Sole che picchia e caldo estivo al "Guido Angelini" di Chieti, dove è in scena la seconda giornata del Campionato calcistico di Serie D Girone F, col primo derby abruzzese fra Chieti e Celano. Parte subito forte il Chieti. Al 12', a seguito di una azione confusionale,trova il vantaggio con il n.11 Orlando che fa partire un gran tiro da destra dell'area di rigore che sorprende il portiere avversario e si infila in rete. Al 18' si registra una ottima occasione ancora per il Chieti, questa volta sui piedi di Esposito che prende la palla e con una serie di finte scarta due avversari e con un'ottima conclusione sfiora la rete, ma il tiro è troppo angolato. Al 21' ancora Orlando pericoloso, si invola sulla fascia e tenta un tiro deviato da un difensore avversario sullo specchio della porta. Calcio d'angolo,  i difensori celanesi, imbambolati, fanno la frittata, e la palla carambola in rete su tiro dello stesso Orlando che in mischia è pronto a colpire: 2-0 per il Chieti per la gioia dei tifosi teatini della Curva Volpi. Veramente un'ottima prova per l'attaccante Orlando, apparso veramente in ottima forma. Ma il Chieti non si ferma e continua il suo forcing offensivo che mette sempre più in difficoltà il Celano che nel primo tempo non è riuscito praticamente mai a tirare in porta, sfiorando ancora ripetutamente il goal. Al 42', scontro in area tra il n.9 teatino Vano e il portiere avversario, quest'ultimo in giornata negativa con  molti goffi interventi e diversi errori.  La prima frazione di gioco si conclude con il Chieti in vantaggio di due reti sul Celano.                                                                     SECONDO TEMPO
La ripresa comincia sempre col Chieti in avanti e col Celano che cerca di imbastire qualche timido e inconsistente contropiede.Al 16' c'è il primo cambio da parte dei neroverdi, esce Maschio ed entra Di Pietro, 3 minuti dopo c'è il secondo cambio, esce Orlando ed entra Carlini. Terzo ed ultimo cambio dei neroverdi al 29' esce Vano ed entra Arcamone. Negli ultimi minuti di gioco, il Chieti centra il terzo goal con Carlini che davanti la porta non può far altro che appoggiare in rete: 3-0 per il padroni di casa e partita ormai chiusa. Giornata da dimenticare per il Celano, anche se nel secondo tempo è almeno riuscito  a tenere testa ai neroverdi. Ottimo esordio casalingo per il Chieti che non delude le aspettative e fa ben sperare per un ottima stagione, anche se il Celano non  è certo, organico alla mano, uno degli avversari più temibili da affrontare. Già da Domenica prossima si potrà vedere maggiormente la forza di questo Chieti  che affronterà l'Amiternina che ha già sbancato l'Angelini ai rigori in Coppa Italia. 



TABELLINO
Chieti (4-3-3): Schina, Del Grosso, Giron, Vitale, Rapino, Cucinotta, Prinari, Maschio (64' Di Pietro), Vano (76' Arcamone), Esposito, Orlando (67' Carlini). A disp. Placidi, Sbardella, Giammarino, Navarro, Di Pentima, Corvino. All.: Ronci
Celano (4-4-2): Amabile, Di Berardino, Simeoni, Lupo (46' Suleman), Villa, Ferrara, Lancia (78' Luzi), Marfia , Buongiorno, Mercogliano (46' Calabrese), Piccirilli. A disp. Cocuzzi, Raschiatore, Castellani, Piccone, Mancini, Lilla. All.: Luiso
Arbitro: Luciani di Roma

Potrebbe interessarti:http://www.chietitoday.it/sport/chieti-celano-3-0-cronaca-14-settembre-2014.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/ChietiToday/252983314738998


venerdì 12 settembre 2014

EUGENIO DI FRANCESCO SUI DANNI AMBIENTALI CAUSATI DALLE ANTENNE IN CITTA'

(ASI) -Chieti- Eugenio Di Francesco, commerciante teatino e maestro di sci, già candidato alla carica di Sindaco nella scorsa tornata elettorale comunale, ci parla della denuncia che ha presentato per la presenza di antenne sul campanile della cattedrale di Chieti,la Basilica di San Giustino. L'esponente della destra estrema di Chieti afferma nella sua intervista che le antenne in questione dovrebbero essere rimosse sia perché deturpano l'estetica del monumento artistico -tempio di culto, sia perché pericolose per la salute della popolazione per le onde che emanano. Eugenio Di Francesco non è nuovo a queste battaglie. Quasi un decennio fa denunciò la presenza di una mega antenna anche nei pressi della Caserma della Guardia di Finanza. Ma sentiamo cosa ha dichiarato Di Francesco ai nostri microfoni.

mercoledì 10 settembre 2014

"BOICOTTARE ISRAELE" DI TRADARDI E CARMINATI

 (ASI) - Chieti - Il Centro Interculturale in Piazza San Pio X nella zona del Villaggio Celdit di Chieti Scalo ha ospitato martedì 2 settembre dalle 17.30 alle 19.30 la presentazione del libro "Boicottare Israele. Una pratica non violenta" (Edizioni Derive e Approdi) a cura di Alfredo Tradardi e Diana Carminati. Sono intervenuti all'evento oltre diversi curiosi e appassionati della tematica mediorientale, il coautore Alfredo Tradardi, attivista dell' "International Solidarity Movement" e alcuni esponenti della comunità palestinese locale. L'incontro è organizzato dalla Rete di solidarietà con la Palestina e pace nel Mediterraneo Abruzzo/Molise. Gli autori del libro, partendo dal fatto storico che negli ultimi anni lo Stato di Israele ha accentuato una politica di segregazione e repressione nei confronti dei Palestinesi che in molti hanno definitio peggiore dell'apartheid sudafricana, si pone la domanda: Cosa fare di fronte a una situazione politica che rende la reclusione di un'intera popolazione una condizione durevole?
Il 9 luglio 2005, a un anno dal parere della Corte Internazionale di Giustizia che invitava Israele a smantellare il “muro dell'apartheid”, oltre 170 organizzazioni della società civile palestinese, in rappresentanza sia dei profughi e dei palestinesi che vivono in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza, sia dei cosiddetti “arabi israeliani” hanno rivolto alla coscienza civile del mondo democratico un appello a fare contro Israele quello che fu fatto contro l'apartheid in Sudafrica: boicottaggi, disinvestimenti e sanzioni. Proposta già sostenuta da alcuni intellettuali israeliani, come Ilan Pappé, e Tanya Reinhart, e da diversi opinionisti occidentali come Naomi Klein. Questo libro, pertanto, spiega le ragioni della necessità del boicottaggio nei confronti del complesso culturale militare- industriale israeliano, che si configura oggi, secondo gli autori, come la sola reale alternativa alla violenza.